da "L'Espresso" del 1 Febbraio 2001

intervista di Denise Pardo

L'uomo che annus˛ le mutandine di Anna Falchi nel suo programma "Satyricon" attirandosi un'ira di Dio di critiche (da An, da "Avvenire" e dai consiglieri d'amministrazione Rai) Ŕ un uomo tagliente e colto che si rifÓ a Mozart, a Baldassare Castiglione e a un sacco di testi colti e raffinati. Daniele Luttazzi, alfiere di una comicitÓ dura, pulp e spietata racconta a "L'Espresso" la satira al tempo di Berlusconi e Rutelli.

Critiche feroci, interrogazioni parlamentari: momenti duri per la satira.

Satira Ŕ far ridere a spese di chi Ŕ pi¨ ricco e potente di te. Io sono specialista nella risata verde, quella dei cabaret di Berlino degli anni Venti e Trenta. Nasce dalla disperazione. Esempio: l'Italia Ŕ un paese dove la commissione di vigilanza parlamentare Rai si comporta come la commissione stragi e viceversa. Oppure: il mistero di Ustica Ŕ irrisolto? Sono contento: il sistema funziona.

Ovviamente i politici non ci stanno.

In Inghilterra la Bbc trasmette i dialoghi alla Camera tra Tony Blair e il capo dell'opposizione: match a base di accuse e battute satiriche con abilitÓ retorica da civiltÓ vera. Da noi non c'Ŕ il gusto della conversazione civile fatta con humour. A "Satyricon" ho invitato Berlusconi: non si Ŕ fatto vivo. Rutelli sta cercando di capire se gli convenga. ╚ preoccupante che potenziali premier che dovranno parlare con Arafat o Bush abbiano paura di un autore satirico.

Cosa pensa dei suoi colleghi comici?

Loro sono na´f, io no. Non ha pi¨ senso la caricatura di Bossi-Hannibal e di Rutelli-Alberto Sordi: Ŕ anni Ottanta. "Le iene" sono morte, e loro lo sanno. Funzionano perchÚ l'Italia Ŕ lenta e si vive di inerzia. E "Striscia la notizia", nonostante i suoi ascolti, Ŕ irrilevante.

Cosa vuol dire?

La partita Ŕ truccata. Se fossero veramente coraggiosi andrebbero in Rai: troppo comodo fare i situazionisti da Berlusconi. In Rai ti ostacolano per motivi politici. Di lÓ ti bloccano solo se fai poco share.

Ma in Rai hanno accusato lei di essere volgare.

Per me la volgaritÓ Ŕ il kitsch, ovvero la mancanza di consapevolezza tecnica. C'Ŕ differenza se ad annusare le mutandine della Falchi Ŕ Luttazzi o Pippo Franco o Maurizio Costanzo. Io non alludo e non ammicco mai: faccio o dico. Il doppio senso sessuale Ŕ veramente volgare. Per questo trovo il "Bagaglino" insopportabile.

Il sesso Ŕ ancora tab¨ in Italia?

Siamo un paese plagiato dal cattolicesimo. Per questo il bersaglio principale Ŕ il sesso. Altri tab¨ sono la Chiesa e la politica. Da noi non si accetta il fatto che la satira sia anti dogmatica, anti ideologica e quindi anti religiosa.

Lei Ŕ di sinistra?

Mi risulta che la sinistra si identifichi nelle cose che dico. Non sono di destra, mi fa orrore.

PerchÚ non c'Ŕ una satira di destra?

Siamo passati da Croce a Gasparri. Il balzo Ŕ spaventoso e finisce per investire tutto.

In Rai come si vive?

Come nel porto di Bisanzio. Non sai mai dove ti arriverÓ la coltellata. Ma sai che pu˛ essere il tuo migliore amico.

Home - This is me!!!! - Amici, nemici, conoscenti e affini - Luoghi, viaggi, vacanze e mezzi di trasporto - Scuola - Dubbi esistenziali - Arte varia - SforzaItalia - Link